Perché andare vegano?

Per gli animali

Prevenire lo sfruttamento degli animali non è l'unica ragione per diventare vegani, ma per molti rimane il fattore chiave nella loro decisione di diventare vegani e rimanere vegani. Avere attaccamenti emotivi con gli animali può far parte di quella ragione, mentre molti credono che tutte le creature senzienti abbiano il diritto alla vita e alla libertà. Specifici a parte, evitare i prodotti di origine animale è uno dei modi più ovvi per prendere posizione contro la crudeltà sugli animali e lo sfruttamento degli animali ovunque. Una panoramica più dettagliata sul perché essere vegani dimostra la vera compassione per gli animali può essere trovato qui.

Per la tua salute

Le diete vegane ben pianificate seguono linee guida alimentari sane e contengono tutti i nutrienti di cui il nostro corpo ha bisogno. Sia la British Dietetic Association che l'American Academy of Nutrition and Dietetics riconoscono che sono adatti per ogni età e stadio della vita. Alcune ricerche hanno collegato diete vegane con abbassamento della pressione sanguigna e colesterolo e tassi più bassi di malattie cardiache, diabete di tipo 2 e alcuni tipi di cancro.

Going vegan è una grande opportunità per saperne di più su nutrizione e cucina e migliorare la tua dieta. Ottenere i vostri nutrienti dai cibi vegetali consente più spazio nella vostra dieta per le opzioni di promozione della salute come cereali integrali, frutta, noci, semi e verdure, che sono pieni di fibre, vitamine e minerali benefici.

Per l'ambiente

Dal riciclo delle nostre spazzatura casalinghe al ciclismo al lavoro, siamo tutti consapevoli dei modi per vivere una vita più verde. Una delle cose più efficaci che un individuo può fare per ridurre la sua impronta ecologica è quella di evitare tutti i prodotti animali. Questo va ben oltre il problema della flatulenza della mucca!

Perché carne e latticini sono così dannosi per l'ambiente?

La produzione di carne e altri prodotti animali impone un pesante onere per l'ambiente, dalle colture e dall'acqua necessarie per nutrire gli animali, al trasporto e ad altri processi coinvolti dalla fattoria alla tavola. La grande quantità di mangime per cereali richiesto per la produzione di carne contribuisce in modo significativo alla deforestazione, alla perdita di habitat e all'estinzione delle specie. Solo in Brasile, l'equivalente di 5,6 milioni di acri di terra viene utilizzato per coltivare fagioli di soia per gli animali in Europa. Questa terra contribuisce allo sviluppo della malnutrizione mondiale guidando le popolazioni povere a coltivare colture da reddito per i mangimi, piuttosto che il cibo per se stessi. D'altra parte, sono necessarie quantità notevolmente inferiori di colture e acqua per sostenere una dieta vegana, rendendo il passaggio al veganismo uno dei modi più semplici, più piacevoli ed efficaci per ridurre il nostro impatto sull'ambiente. Per ulteriori informazioni su come il veganismo è la via da seguire per l'ambiente, consultare la nostra sezione sull'ambiente.

Per le persone

Proprio come il veganismo è l'opzione sostenibile quando si tratta di prendersi cura del nostro pianeta, la vita vegetale è anche un modo più sostenibile di nutrire la famiglia umana. Una dieta a base vegetale richiede solo un terzo del terreno necessario per sostenere una dieta a base di carne e latticini. Con l'aumento dell'insicurezza alimentare e dell'acqua a livello mondiale a causa di una miriade di problemi ambientali e socio-economici, non c'è mai stato un momento migliore per adottare uno stile di vita più sostenibile. Evitare i prodotti animali non è solo uno dei modi più semplici in cui un individuo può ridurre la pressione sul cibo e altre risorse, è il modo più semplice per prendere posizione contro sistemi alimentari inefficienti che colpiscono in modo sproporzionato le persone più povere di tutto il mondo. Leggi di più qui su come le diete vegane possono aiutare le persone.

tacchino

Perché il vegetariano non è abbastanza

La sofferenza causata dal settore lattiero-caseario e dalle uova è forse meno pubblicizzata della situazione degli animali allevati in fabbrica. La produzione di latticini richiede la morte di innumerevoli vitelli maschi inutili per l'allevatore e la morte prematura delle mucche macellate quando la loro produzione di latte diminuisce. Allo stesso modo, nel settore delle uova, anche le uova "etiche" o "ruspanti" implicano l'uccisione dei pulcini maschi "non necessari" quando hanno solo un giorno.

Carne etica?

È forte la tentazione di voler credere che la carne che mangiamo sia etica, che i nostri "animali da cibo" abbiano vissuto una vita piena e felice e che non abbiano provato dolore o paura al macello. Eppure la triste verità è che tutte le creature viventi (anche quelle etichettate come "libero" o "organico") temono la morte, proprio come noi. Non importa come vengono trattati quando sono vivi, tutti sperimentano la stessa paura quando si tratta del massacro.

Le buone notizie

La buona notizia è che c'è qualcosa che possiamo fare al riguardo. Ogni volta che acquistiamo o ordiniamo cibo in un ristorante - ogni volta che mangiamo - possiamo scegliere di aiutare questi animali. Ogni volta che passiamo da un prodotto animale a uno vegano, siamo sempre in piedi per gli animali da allevamento. Diventare vegani è più facile che mai, con il veganismo che sta diventando sempre più diffuso mentre sempre più persone di ogni ceto sociale scoprono i benefici di vivere in questo modo.

Suo tempo di chiederci: se ora è possibile vivere una vita che coinvolge cibi e bevande deliziosi, offre una salute migliore, lascia un'impronta di carbonio più piccola ed evita di uccidere altre creature - allora perché no?