8 regole d'oro - Giornata mondiale del rene

Cosa puoi fare per i tuoi reni?

Le malattie renali sono assassini silenziosi, che influenzeranno in gran parte la qualità della vita. Esistono tuttavia diversi modi semplici per ridurre il rischio di sviluppare malattie renali.

Mantieni in forma e attivo

Mantenersi in forma aiuta a ridurre la pressione sanguigna e quindi riduce il rischio di malattia renale cronica.

Il concetto "in movimento per la salute dei reni" è una marcia collettiva mondiale che coinvolge il pubblico, le celebrità e i professionisti che si spostano in un'area pubblica camminando, correndo e andando in bicicletta. Perché non unirti a loro - con qualunque mezzo tu voglia! Controlla la sezione eventi del sito web WKD per maggiori informazioni.

Mantenere il controllo regolare del livello di zucchero nel sangue

Circa la metà delle persone che hanno il diabete sviluppano danni ai reni, quindi è importante che le persone con diabete effettuino test regolari per verificare le loro funzioni renali.

Il danno renale da diabete può essere ridotto o prevenuto se rilevato precocemente. È importante mantenere il controllo dei livelli di zucchero nel sangue con l'aiuto di medici o farmacisti, che sono sempre felici di aiutare.

Monitora la pressione sanguigna

Anche se molte persone possono essere consapevoli che l'ipertensione può portare a un ictus o infarto, pochi sanno che è anche la causa più comune di danno renale.

Il normale livello di pressione arteriosa è 120/80. Tra questo livello e 139/89, sei considerato preipertensivo e dovresti adottare cambiamenti nello stile di vita e nella dieta. A 140/90 e oltre, dovresti discutere i rischi con il tuo medico e montior regolarmente il tuo livello di pressione sanguigna. L'ipertensione arteriosa è particolarmente probabile che causi danni renali se associata ad altri fattori come il diabete, il colesterolo alto e le malattie cardio-vascolari.

Mangia sano e mantieni il peso sotto controllo

Questo può aiutare a prevenire il diabete, le malattie cardiache e altre condizioni associate alla malattia renale cronica.

Riduci l'assunzione di sale. L'assunzione di sodio raccomandata è di 5-6 grammi di sale al giorno (circa un cucchiaino). Per ridurre l'assunzione di sale, cerca di limitare la quantità di alimenti trasformati e da ristorante e non aggiungere sale al cibo. Sarà più facile controllare l'assunzione se preparerai tu stesso il cibo con ingredienti freschi. Per ulteriori informazioni sulla nutrizione e sulla cottura dei reni, parlane con il tuo medico.

Mantenere un apporto di liquidi sano

Sebbene gli studi clinici non abbiano raggiunto un accordo sulla quantità ideale di acqua e altri fluidi che dovremmo consumare giornalmente per mantenere una buona salute, la saggezza tradizionale ha a lungo suggerito di bere da 1,5 a 2 litri (da 3 a 4 pinte) di acqua al giorno.

Consumare un sacco di liquidi aiuta i reni a liberare il sodio, l'urea e le tossine dal corpo che, a sua volta, si traduce in un "rischio significativamente più basso" di sviluppare malattia renale cronica, secondo i ricercatori in Australia e Canada. I risultati, hanno detto i ricercatori, non sostengono il "carico aggressivo di liquidi", che può causare effetti collaterali, ma forniscono la prova che un consumo moderatamente maggiore di acqua, circa due litri al giorno, può ridurre il rischio di declino della funzionalità renale. È importante tenere presente che il giusto livello di assunzione di liquidi per ogni individuo dipende da molti fattori tra cui sesso, esercizio fisico, clima, condizioni di salute, gravidanza e allattamento. Inoltre, si consiglia alle persone che hanno già avuto un calcolo renale di bere da 2 a 3 litri di acqua al giorno per ridurre il rischio di formare una nuova pietra.

Non fumare

Il fumo rallenta il flusso di sangue ai reni. Quando meno sangue raggiunge i reni, compromette la loro capacità di funzionare correttamente. Anche il fumo aumenta il rischio di cancro del rene di circa il 50%.

Non assumere pillole da banco regolarmente

Farmaci comuni come i farmaci antinfiammatori non steroidei come l'ibuprofene sono noti per causare danni ai reni e malattie se assunti regolarmente.

Tali farmaci probabilmente non rappresentano un pericolo significativo se i tuoi reni sono relativamente sani e li utilizzi solo per le emergenze, ma se hai a che fare con il dolore cronico, come l'artrite o il mal di schiena, lavora con il tuo medico per trovare un modo per controllare il tuo dolore senza mettere a rischio i tuoi reni.

Controlla la funzione renale se hai uno o più fattori "ad alto rischio"

  • hai il diabete
  • hai ipertensione
  • sei obeso
  • uno dei tuoi genitori o altri membri della famiglia soffre di malattie renali
  • sei di origine africana, asiatica o aborigena