Pranzo di lavoro: cosa dice la legge sulle pause pranzo? | Slappet Acas Workplace marzo 2013

Le lunghe pause per il pranzo godute dai nostri antenati sembrano essere rapidamente scomparse dalla cultura del posto di lavoro. La ricerca ha rilevato che meno di un terzo dei lavoratori del Regno Unito impiegano un'ora di pausa a pranzo e mezzo e ha affermato che pesanti carichi di lavoro hanno comportato il loro lavoro durante il pranzo. Ma che tipo di pausa pranzo è prevista dalla legge?

I regolamenti sull'orario di lavoro (WTR) non specificano specificamente le pause pranzo, ma consentono una pausa di 20 minuti ininterrotta durante la giornata lavorativa, a condizione che il periodo di lavoro sia superiore a 6 ore. I lavoratori sopra l'età scolastica e sotto i 18 anni hanno un diritto più generoso di una pausa di 30 minuti se lavorano per più di 4,5 ore.

I contratti di lavoro possono prevedere pause aggiuntive, come un'ora per il pranzo e una pausa per il tè nel pomeriggio. Variazioni al WTR - come la suddivisione dei 20 minuti in due pause da 10 minuti possono essere fatte fintanto che c'è stato un accordo collettivo con la forza lavoro oi suoi rappresentanti; non può essere modificato in base ad un accordo individuale con un determinato lavoratore.

I lavoratori hanno il diritto di prendere una pausa di 20 minuti dalle loro postazioni di lavoro, e dovrebbero farlo ad un certo punto durante il giorno piuttosto che aggiungere la pausa alla fine o all'inizio del lavoro. Il datore di lavoro può decidere quando vengono presi e non devono pagare i lavoratori per le loro pause di riposo.

Vi sono delle eccezioni alla regola della pausa di 20 minuti per alcune professioni come i lavoratori del trasporto aereo, stradale e marittimo (che hanno diritto a un diverso tipo di periodo di riposo regolare chiamato "riposo adeguato") e le forze armate e i servizi di emergenza quando trattano con una catastrofe o un disastro eccezionali. In alcune circostanze, i lavoratori che non sono in grado di fare una pausa possono essere in grado di prenderlo in un altro momento (chiamato "riposo compensativo").

È importante che i lavoratori facciano delle pause. Gli studi hanno dimostrato che carichi di lavoro pesanti e stress possono rendere i lavoratori meno produttivi, aumentare il rischio di errori e influire sulla salute. Acas offre consulenza e orientamento sull'orario di lavoro e offre corsi di formazione pratica su temi riguardanti la salute, il lavoro, il benessere e lo stress.

Visita l'area Corsi, workshop e progetti di Acas per ulteriori informazioni.

Questo contenuto o funzionalità di notizie è stato generato da una terza parte. Commenti, opinioni e contenuti non rappresentano necessariamente l'opinione di Acas.
Questo contenuto o funzionalità di notizie può essere riprodotto gratuitamente in qualsiasi formato o mezzo per ricerche, studi privati ​​o per la circolazione interna all'interno di un'organizzazione, soggetto a una riproduzione accurata.

Pranzo di lavoro: cosa dice la legge sulle pause pranzo? | Slappet Acas Workplace marzo 2013

Gli esperti dicono che prendere una pausa pranzo può aumentare la produttività della giornata lavorativa.
PUNTI SALIENTI DELLA STORIA
  • I lavoratori sono meno propensi che mai a fare pause pranzo
  • Gli esperti dicono che le interruzioni sono vantaggiose
  • Combatti il ​​burnout mentale con brevi pause pranzo
ARGOMENTI CORRELATI
  • Attività commerciale
  • Lavoro e lavoro
  • Salute mentale

(CareerBuilder.com) - Che cosa fai tipicamente durante la tua pausa pranzo?

"Che pausa pranzo?" chiede Ericka Alston, il principale di Pyramid Public Relations a Baltimora, nel Maryland. "In questa economia non ci sono tempi per le pause: ogni tempo" libero "viene speso per lo sviluppo del business e per ottenere nuovi clienti".

Alston non è solo in questo sentimento. Un sondaggio condotto da Right Management e LinkedIn rivela che i lavoratori sono meno propensi che mai a fare pause pranzo. "Meno della metà degli impiegati intervistati dichiara di prendere una pausa pranzo dalla propria scrivania in un giorno medio: il 20% mangia alle proprie scrivanie, e il 13%" raramente o mai "prende tempo per pranzare".

Ma gli esperti avvertono che questa tendenza potrebbe essere pericolosa.

Controproducente

"Dal punto di vista della produttività, ci sono rendimenti marginali decrescenti quando chiedi al tuo cervello di esercitare uno sforzo costante in una giornata di otto ore", afferma la dottoressa Janet Scarborough Civitelli, psicologa del posto di lavoro presso VocationVillage.com. "Quando i lavoratori saltano una pausa pranzo su base regolare, spesso non si rendono conto che la stanchezza e il burnout si insinuano su di loro fino a quando non si svegliano un giorno e improvvisamente si sentono meno entusiasti del loro lavoro o delle loro imprese".

Beverly Beuermann-King, esperto di stress e benessere di Little Britain, Ontario, Canada, aggiunge: "Il modo in cui gestiamo le nostre pause - specialmente il pranzo - ha un impatto enorme su come ci sentiamo per il resto della giornata. usare saggiamente la nostra energia e reintegrare quell'energia in modo da avere un ritmo per la vita Sappiamo che la nostra digestione ha bisogno di tempo per fare correttamente la cosa. Sappiamo che il nostro corpo ha bisogno di tempo libero in mezzo a situazioni stressanti per recuperare energia ed essere in grado di Sappiamo anche che molte persone hanno combattuto per il diritto di poter prendere queste pause che a volte ci regalano senza pensare veramente alle conseguenze ".

CareerBuilder.com: Come rispondere 'dimmi un po' di te '

Pause pranzo nella vita reale

Per coloro che fanno una pausa pranzo, sia su base giornaliera o almeno a volte, quali sono alcune buone cose da fare? Beuermann-King raccomanda attività come:

• Fare una passeggiata

• Uscire alla luce del giorno

• Parlando con amici

• Fare un pisolino veloce

• Mangiare un pranzo o uno spuntino salutare

• Fare alcuni esercizi di stretching

• Giocare un gioco veloce e mentalmente impegnativo.

Altri hanno le proprie idee:

• Kristen Keener, direttrice dei rapporti con i media al Goucher College di Baltimora, nel Maryland, trascorre la sua ora di pranzo facendo un corso introduttivo di spagnolo nel campus. "Quattro giorni alla settimana, sono di nuovo uno studente, e lo adoro."

• Steve Weinstein, un direttore delle pubbliche relazioni a Milwaukee, nel Wisconsin, mette la sua mountain bike nella parte posteriore della sua auto e fa un giro durante l'ora di pranzo. "È un grande sollievo dallo stress e un modo favoloso di vedere il quartiere in cui lavoro".

• Rebecca Tompkins, direttrice delle comunicazioni a Myrtle Beach, nella Carolina del Sud, visita il figlio di 6 mesi all'asilo. "Certo, sono 20 minuti in macchina e 20 minuti in auto, ma i 20 minuti che trascorro a tenere in mano e a dondolo sono impagabili."

• Betsy Aldredge e molti altri lavoratori al Museum of Jewish Heritage di New York City suonano mah jongg. "È un'attività fantastica e rilassante e un'opportunità davvero interessante per conoscere i colleghi."

• Clare Morgan, vice presidente del marketing a Tampa, in Florida, porta il pranzo e si dirige verso la sala conferenze per guardare "The Young and the Restless" con l'addetto alla reception. "Questa è un'ora di 'bubble gum per il cervello', e mi permette di scappare."

CareerBuilder.com: come personalizzare la tua lettera di presentazione

Prendersi una pausa - senza sensi di colpa

Ma cosa succede se lavori in un ambiente in cui saltare il pranzo è la norma?

"Identifica alcuni colleghi di alta influenza e vedi se riesci a convincerli a unirti a te in qualcosa di divertente a mezzogiorno" suggerisce Civitelli. "Se i membri dello staff chiave iniziano a prendersi una pausa pranzo, possono cambiare le aspettative sul posto di lavoro, anche i più stolidi maniaci del lavoro accetteranno probabilmente una riunione in cui risolvi i problemi mentre cammini, il che sarebbe meglio che lavorare direttamente alla tua scrivania."

E ricorda che una pausa pranzo potrebbe essere esattamente ciò di cui hai bisogno per essere un dipendente migliore, nonostante ciò che pensano gli altri.

"Una volta ho lavorato per un'azienda in cui il CFO ha gradito l'opportunità di ricordare a tutti a portata di orecchio che il pranzo era per i perdenti, e continuo a compatirlo dopo tutti questi anni", afferma Sharon Van Buskirk, direttore marketing a Dallas, in Texas, che ora fa un punto di uscire dall'ufficio. "Spesso trovo che anche se non sto pensando attivamente al lavoro durante il pranzo, tendo a tornare in seguito con una nuova idea, approccio o soluzione a un problema correlato al lavoro: è magico!"

CareerBuilder.com: tieni d'occhio le compagnie solari

© CareerBuilder.com 2011. Tutti i diritti riservati. Le informazioni contenute in questo articolo non possono essere pubblicate, trasmesse o altrimenti distribuite senza la previa autorizzazione scritta.