Carlos Slim

Salta alla navigazione Salta alla ricerca
Per suo figlio, vedi Carlos Slim Domit.

Questo nome usa le usanze dei nomi spagnoli: il nome di famiglia primo o paterno è Sottile e il secondo o il nome di famiglia materno è Helú.
Carlos Slim
Carlos Slim nel 2012
Nato Carlos Slim Helú
28 gennaio 1940
Città del Messico, Messico
Residenza Città del Messico, Messico
Nazionalità messicano
Formazione scolastica Ingegneria Civile
Alma mater Universidad Nacional Autónoma de México
Conosciuto per
  • Essere CEO di Telmex, América Móvil e Grupo Carso
  • Essere la persona più ricca del mondo dal 2010 al 2013
Valore netto US $ 61,3 miliardi[1] (2018)
Sposo (s) Soumaya Domit (1967-1999; sua morte)
Bambini 6; tra cui Carlos, Marco Antonio, Patrick, Soumaya, Johanna, Vanessa
Sito web Sito ufficiale

Carlos Slim Helú (Pronuncia spagnola:[Kaɾlos ezlim elu]; nato il 28 gennaio 1940) è un magnate del commercio messicano, ingegnere, investitore e filantropo.[2][3] Dal 2010 al 2013, Slim è stata classificata come la persona più ricca del mondo da Forbes rivista economica.[1][4] Ha ricavato la sua fortuna dalle sue vaste partecipazioni in un considerevole numero di società messicane attraverso il suo conglomerato, il Grupo Carso.[5] A partire da giugno 2018, è la settima persona più ricca del mondo secondo Forbes'elenco dei miliardari di The World con un patrimonio netto stimato in 61,3 miliardi di dollari.[1] È l'uomo più ricco del Messico.[6]

Il suo conglomerato comprende istruzione, assistenza sanitaria, produzione industriale, trasporti, immobiliare, media, energia, ospitalità, intrattenimento, alta tecnologia, vendita al dettaglio, sport e servizi finanziari.[2][3][7][8] Rappresenta il 40% delle inserzioni nella Borsa messicana,[7] mentre il suo patrimonio netto è equivalente a circa il 6 per cento del prodotto interno lordo del Messico.[9]

Primi anni di vita

Slim è nato il 28 gennaio 1940 a Città del Messico,[10] a Julián Slim Haddad (nato Khalil Salim Haddad Aglamaz) e Linda Helú Atta, entrambi cattolici maroniti del Libano.[11][12][13]

Slim sapeva sempre di voler essere un uomo d'affari, e ha iniziato a sviluppare il suo business e il suo senso degli investimenti in giovane età.[4][14] Ha ricevuto lezioni di economia da suo padre Julián, che gli ha insegnato finanza, gestione e contabilità, insegnandogli come leggere i rendiconti finanziari e l'importanza di tenere registri finanziari accurati, una pratica che Slim porta avanti fino ad oggi.[15]

All'età di 11 anni, Carlos ha investito in un legame di risparmio del governo che gli ha insegnato il concetto di interesse composto. Alla fine ha salvato tutte le transazioni finanziarie e commerciali che ha trasformato in un libro di contabilità personale che conserva fino ad oggi.[16] All'età di 12 anni, ha fatto il suo primo acquisto di azioni, acquistando azioni in una banca messicana.[17] All'età di 15 anni, Slim era diventato azionista della più grande banca del Messico.[9] All'età di 17 anni, guadagnò 200 pesos a settimana lavorando per la compagnia di suo padre.[18] Ha continuato a studiare ingegneria civile presso l'Università Nazionale Autonoma del Messico, dove ha anche insegnato contemporaneamente algebra e programmazione lineare.[19][20][21]

Anche se Slim era un ingegnere civile, mostrò anche un interesse per l'economia. Ha frequentato corsi di economia in Cile una volta terminato il corso di laurea in ingegneria.[14] Laureato in ingegneria civile, Slim ha affermato che le sue capacità matematiche e il suo background di programmazione lineare sono stati un fattore chiave per aiutarlo a guadagnare un vantaggio nel mondo degli affari, specialmente quando legge i rendiconti finanziari.[15][22][23]

Carriera aziendale

1960

Dopo essersi laureato nel 1961, Slim ha iniziato la sua carriera come commerciante di azioni in Messico, spesso lavorando per 14 ore al giorno.[4] Nel 1965, i profitti degli investimenti privati ​​di Slim raggiunsero 400.000 USD,[24] permettendogli di avviare l'intermediazione azionaria Inversora Bursátil.[21] Inoltre, ha anche iniziato a porre le basi finanziarie per il Grupo Carso.[25] Nel 1965 acquistò anche Jarritos del Sur. Nel 1966, valeva US $ 40 milioni di euro,[24][26] ha fondato Inmobiliaria Carso.

1970

Le aziende del settore delle costruzioni, delle bevande analcoliche, della stampa, del settore immobiliare, dell'imbottigliamento e delle miniere sono state al centro della nascente carriera aziendale di Slim.[9] Successivamente si è espanso in numerosi settori, tra cui ricambi auto, alluminio, compagnie aeree, prodotti chimici, tabacco, produzione di cavi e fili, carta e imballaggi, estrazione di rame e minerali, pneumatici, cemento, vendita al dettaglio, hotel, distributori di bevande, telecomunicazioni e servizi finanziari. Grupo Financiero Inbursa - che vende assicurazioni e investe i risparmi, i fondi comuni di investimento e i piani pensionistici di milioni di comuni messicani.[25][27] Nel 1972, aveva stabilito o acquisito altre sette imprese in queste categorie, tra cui una che noleggiava attrezzature per l'edilizia. Nel 1976, si è ramificato con l'acquisizione di una quota del 60% di Galas de México, una piccola stampante di etichette di pacchetti di sigarette per $ 1 milioni e nel 1980, ha consolidato i suoi interessi commerciali formando Grupo Galas come la società madre di un conglomerato che aveva interessi nell'industria, nell'edilizia, nell'industria mineraria, nella vendita al dettaglio, nel cibo e nel tabacco.[19] Nel 1981, Slim ha acquisito una quota di maggioranza in Cigarros la Tabacelera Mexicana (Cigatam), il secondo produttore e distributore di sigarette messicano, a un prezzo ridotto.[4]

1980

Nel 1982, l'economia messicana si contrasse rapidamente. Mentre molte banche stavano lottando e gli investitori stranieri stavano tagliando gli investimenti e si affrettavano, Slim ha iniziato a investire pesantemente e ha acquistato molte aziende di punta a valutazioni depresse.[4] Acquistare asset problematici a prezzi bassi per rivenderli in un secondo momento ad un prezzo interessante è una strategia commerciale che Slim ha realizzato durante la sua carriera.[9][28]

Avendo un occhio attento per il valore, Slim ha aderito alle sue pratiche di investimento di valore con una lunga storia di acquisti di partecipazioni in aziende che considera sottovalutate.[29] Gran parte dei rapporti commerciali di Slim implicava una strategia semplice, ovvero acquistare un'attività e tenerla per il suo flusso di cassa o eventualmente vendere la partecipazione a un profitto maggiore in futuro, in tal modo compensando i guadagni in conto capitale e reinvestendo il capitale iniziale in un nuovo business.[30] Inoltre, la sua struttura conglomerata consente a Slim di acquistare numerosi partecipi che è reso quasi a prova di recessione se uno o più settori dell'economia non fanno bene. Slim inoltre non affronta i dettagli più fini del business, ma si concentra invece sui fondamentali del business in cui la sua strategia è comprare un asset ad un prezzo sottovalutato per il suo cash flow sottostante e alla fine vendere la sua partecipazione per ottenere maggiori profitti quando l'asset guadagna valore, o semplicemente appendere al business per il suo flusso di cassa.[30]

Dalla metà degli anni '60 ai primi anni '80, Slim e la sua famiglia in crescita hanno vissuto una vita modesta, mentre i guadagni delle molte aziende di Slim sono stati reinvestiti nell'espansione e in ulteriori acquisizioni. Sottile società acquisite con forti ritorni sul capitale che credeva fossero sottovalutati e revisionato la loro gestione. Si è diversificato metodicamente in numerosi settori industriali in tutta l'economia messicana, investendo nel settore immobiliare, poi in una società di attrezzature per l'edilizia e in società minerarie. Il portafoglio di aziende Slim è cresciuto fino a includere un'azienda di stampa, un'azienda di tabacco e negozi al dettaglio.[21]

Durante la crisi economica messicana prima della sua ripresa nel 1985, Slim investì pesantemente. Ha comprato tutto o una grande percentuale di numerose imprese messicane, tra cui Empresas Frisco, una società mineraria e chimica che produce argento, oro, rame, piombo e zinco da minerali estratti, e anche prodotti chimici come acido fluoridrico e molibdeno per soli $ 50 milioni , Industrias Nacobre, produttore di prodotti in rame, Reynolds Aluminio, Compania Hulera Euzkadi, il più grande produttore di pneumatici del Messico, hotel Bimex e quota di maggioranza della catena di negozi di alimentari, articoli da regalo e ristoranti di Sanborn Hermanos. Slim ha speso US $ 13 milioni per acquistare la compagnia assicurativa Seguros de México nel 1984, e successivamente assorbito la società nella ditta, Seguros Inbursa.[21] Il valore della sua partecipazione in Seguros alla fine divenne un valore di 1,5 $ USA miliardi entro il 2007, dopo quattro spin-off.[31] Ha anche acquisito il 40% e il 50% di interessi nelle armate messicane di British American Tobacco e The Hershey Company, rispettivamente, oltre all'acquisizione di grossi blocchi di Denny's e Firestone Tires. Si trasferisce anche in servizi finanziari, acquistando Seguros de México e creando da esso, insieme ad altri acquisti come Fianzas La Guardiana e Casa de Bolsa Inbursa, il Grupo Financiero Inbursa. Molte di queste acquisizioni sono state finanziate dalle entrate e dai flussi di cassa da Cigatam, un'azienda di tabacco che ha acquistato all'inizio della recessione economica.[17][19]

Nel 1988 Slim acquistò il gruppo di società Nacobre, che commerciava in rame e alluminio, insieme a un'azienda chimica, Química Fluor e altri.[19]

1990

Slim ha fatto una grande fortuna all'inizio degli anni '90, quando il Messico ha privatizzato la sua industria delle telecomunicazioni e Grupo Carso ha acquisito Telmex dal governo messicano.[9] Nel 1990 il Grupo Carso fu lanciato come società pubblica inizialmente in Messico e poi in tutto il mondo.[19] Il Grupo Carso acquistò anche la proprietà di maggioranza di Porcelanite, una società di produzione di piastrelle nel 1990. Questo investimento fu assegnato a una società collegata, ma nel 1995 Grupo Carso iniziò a far crescere la sua quota azionaria all'83% e successivamente ne fece una controllata.[17]

Più tardi, nel 1990, Slim recitò in concerto con France Télécom e Southwestern Bell Corporation per acquistare la compagnia telefonica fissa Telmex dal governo messicano, quando il Messico iniziò a privatizzare le sue industrie nazionali.[19] Slim era uno degli investitori iniziali di Telmex, i ricavi della società alla fine costituivano la maggior parte della ricchezza di Slim.[30][32] Nel 2006, il 90% delle linee telefoniche in Messico erano gestite da Telmex e la sua compagnia di telefonia mobile Telcel, creata dalla società Radiomóvil Dipsa,[19] gestiva quasi l'80 percento di tutti i cellulari del paese.[33] Entro il 2012, América Movil, la compagnia di telefonia mobile di Slim, ha rilevato Telmex e ne ha fatto una filiale privata.[30]

Nel 1991, ha acquisito Hoteles Calinda (ora OSTAR Grupo Hotelero), e nel 1993 ha aumentato la sua partecipazione in General Tire e Grupo Aluminio al punto in cui ha avuto un interesse di maggioranza.[19]

Nel 1996, il Grupo Carso è stato suddiviso in tre società: Carso Global Telecom, Grupo Carso e Invercorporación. L'anno seguente, Slim acquistò il braccio messicano di Sears Roebuck.[19] Nel luglio 1997 il Grupo Carso accettò in linea di principio di vendere Procter & Gamble de México, una sussidiaria della Procter & Gamble Co., un impianto di produzione in Apizaco e la società Lypps, Pampys e altri marchi di carta igienica per circa US $ 170 milioni ma mantenne la sua società di prodotti tissue Fábricas de Papel Loreto y Peña Pobre.[17]

Nel 1999, Slim ha iniziato ad espandere i suoi interessi commerciali oltre l'America Latina. Sebbene la maggior parte delle sue partecipazioni rimanesse ancora in Messico, iniziò a orientare gli Stati Uniti verso gli investimenti esteri.

2000

Slim divenne una figura di spicco nel panorama degli affari americani nel 2003, quando iniziò ad acquistare grosse quote in numerosi importanti rivenditori statunitensi come Barnes & Noble, OfficeMax, Office Depot, Circuit City, Borders e CompUSA.[34] Gran parte della ragione dietro l'espansione all'estero di Slim era dovuta a una battuta scherzosa nella scena degli affari messicani in cui "non c'era più nulla da acquisire in Messico".[34] Cercò di investire negli Stati Uniti dove fondò Telmex USA e acquisì anche una partecipazione in Tracfone, una compagnia telefonica statunitense. Allo stesso tempo, ha fondato la Carso Infraestructura e Construcción, S.A. (CICSA) come società di costruzioni e ingegneria all'interno del Grupo Carso.[19] Durante lo stesso anno, Slim ebbe un intervento chirurgico al cuore e in seguito passò gran parte del lavoro quotidiano nelle imprese ai suoi figli e ai loro coniugi.[33]

América Telecom, la holding di América Móvil, è stata costituita nel 2000. Ha preso parte a società telefoniche cellulari al di fuori del Messico, tra cui le società brasiliane ATL e Telecom Americas, Techtel in Argentina e altre in Guatemala ed Ecuador. Negli anni successivi, ci furono investimenti in America Latina, con aziende in Colombia, Nicaragua, Perù, Cile, Honduras e El Salvador, oltre a un'impresa con Microsoft.

Nel 2005 Slim ha investito in Volaris, una compagnia aerea messicana[19] e ha stabilito Impulsora del Desarrollo y el Empleo en América Latina SAB de CV (con l'acronimo "ideale" -roughly tradotto come "promotore di sviluppo e l'occupazione in America Latina"), una società di costruzioni messicano e di genio civile impegnata principalmente nella non-for -produrre lo sviluppo dell'infrastruttura. Dal 2006, IDEAL ha vinto tre contratti di infrastruttura, ma deve affrontare una forte concorrenza da parte di altre società di costruzioni messicane e spagnole. Il numero di contratti è inferiore al suo principale concorrente locale, Empresas ICA. Durante lo stesso periodo, Empresas ha ottenuto 18 progetti messicani per un valore di 1,09 miliardi di dollari USA, inclusi aeroporti, strade a pedaggio, ospedali e piattaforme petrolifere. Alcuni dei progetti che IDEAL ha ricevuto comprendono lo sviluppo Nezahualcoyotl, una discarica che è stata acquisita per 150 milioni di dollari da Slim per sviluppare un centro commerciale, due scuole, un ospedale e un parco sul sito. Altri contratti che IDEAL ha ricevuto comprendono un contratto per impianti di trattamento delle acque e una partnership immobiliare con la catena ospedaliera messicana Star Médica. IDEAL scommette anche su una delle discariche più povere che circondano Città del Messico. Slim ha anche pianificato l'acquisto di diverse strade a pedaggio offerte dal governo messicano che sono subentrate a società private in seguito alla svalutazione valutaria del dicembre 1994.[35] Anche se la speculazione che la discarica vorranno circa 12 anni per produrre un ritorno, lo sviluppo di una tale zona povera si rivela a promettere profitti d'affari bello nel corso degli anni come Grupo Elektra, il più grande rivenditore di elettronica di consumo del Messico, vende 2.000 televisori a schermo piatto all'anno a il suo negozio nella zona, rendendolo il terzo outlet più venduto. Incluso nello sviluppo, IDEAL raccoglierà anche affitto da un'università, un ospedale e una scuola che sarà costruita intorno a un centro commerciale, avrà 178 negozi, tra cui la catena di moda Zara di Inditex e il Grupo Sanborns di Slim e l'unità messicana di Sears Holdings. Sarà inoltre costruito un parco a Nezahualcoyotl, il primo del suo genere. Il parco comprenderà 34 campi da calcio, 12 campi da tennis, basket e pallavolo, un campo da baseball e una palestra con piscina.[7][35]

Arrivo al Palazzo Presidenziale per un incontro con il presidente del Brasile, Luiz Inácio Lula da Silva, il 24 ottobre 2007

Nel 2007, dopo aver accumulato una partecipazione del 50,1% nella società di tabacco Cigatam, Slim ha ridotto le sue partecipazioni vendendo una parte consistente del suo capitale a Philip Morris per $ 1,1 miliardi, mentre nello stesso anno ha anche venduto tutto il suo interesse in una società di piastrelle , Porcelanite, per US $ 800 milioni. Ha autorizzato il nome Saks e ha aperto il braccio messicano di Saks Fifth Avenue a Santa Fe, in Messico. Durante lo stesso anno, il valore stimato di tutte le società di Slim era di US $ 150 miliardi.[21] L'8 dicembre 2007, Grupo Carso ha annunciato che i restanti 103 negozi CompUSA sarebbero stati liquidati o venduti, ponendo fine alla società in difficoltà,[36] sebbene la parte IT tecnologica di CompUSA continuasse sotto il nome Telvista con sedi statunitensi a Dallas, in Texas (U.S. Corporate Office) e Danville, in Virginia. Telvista ha cinque centri in Messico (tre a Tijuana, un centro a Mexicali e uno a México City).[37] Dopo 28 anni, Slim divenne il presidente onorario della vita dell'azienda.

Nel 2008 Slim ha conquistato una quota del 6,4% del valore di $ 27 milioni nella travagliata New York Times Company, in quanto la recessione globale e il calo delle entrate pubblicitarie hanno gravato particolarmente pesantemente sulle società "old media" basate sulla stampa negli Stati Uniti.[19] Slim ha aumentato la sua partecipazione all'8% entro il 2012.[38] La partecipazione di Slim nel Times è aumentata nuovamente al 16,8% delle azioni di Classe A della società in data 20 gennaio 2015, quando ha esercitato le opzioni su azioni per acquistare 15,9 milioni di azioni, rendendolo il maggiore azionista della società.[39][40][41] Le azioni di Classe A della New York Times Company sono disponibili per l'acquisto da parte del pubblico e offrono meno controllo sulla società rispetto alle azioni di Classe B, che sono detenute privatamente.[40] Secondo i documenti annuali della società, Slim possedeva il 17,4% delle azioni di Classe A della società e nessuna delle azioni di Classe B della società.[42]

Slim costruito a Plaza Carso a Città del Messico, dove la maggior parte delle sue imprese condividono un comune indirizzo di sede.[43]

2010s

Nel 2012 Slim ha venduto i diritti di trasmissione per i giochi di Leon a Telemundo negli Stati Uniti, e il canale via cavo Fox Sports in Messico e nel resto dell'America Latina e al sito web mediotiempo.com. I giochi sono anche trasmessi su Internet attraverso UNO TV, offerto da Telmex. Slim è stato coinvolto negli sport trasmessi al di fuori del Messico in mercati più vasti come gli Stati Uniti. A marzo 2012, America Movil ha acquisito i diritti di trasmissione per i Giochi Olimpici di Sochi 2014 e il Brasile 2016 per l'America Latina.[44]

Nel marzo del 2012 Slim, insieme al conduttore televisivo americano Larry King, ha fondato Ora TV, una rete televisiva digitale on-demand che produce e distribuisce spettacoli televisivi tra cui Larry King Now, Fare politica con Larry King, Recessionista e Jesse Ventura non censurati.[45]

Nel settembre 2012 Slim ha acquistato il 30% delle quote di Pachuca e León, due squadre messicane di calcio attraverso la sua compagnia di telecomunicazioni America Movil. Nel dicembre 2012, ha acquistato tutte le quote del team di seconda divisione Estudiantes Tecos.[46] Slim ha anche concluso affari per i diritti televisivi ai giochi della squadra di calcio di León. La sua società America Movil ha acquistato il 30 percento della squadra insieme ai diritti di trasmissione in quanto Slim non ha il diritto di trasmettere contenuti via televisione o televisione via cavo e di metterlo in concorrenza con Televisa e TV Azteca, due compagnie televisive con diritto di il resto della prima divisione del calcio messicano.[47]

Nel 2013 la società di Slim, Grupo Carso, ha inaugurato il Telcel Theater di Città del Messico, che opera in collaborazione con la società di intrattenimento Grupo CIE (Corporación Interamericana de Entretenimiento), l'equivalente messicano di Live Nation.[48]

Nell'aprile del 2013, Slim ha iniziato a gestire le prigioni messicane per espandere gli investimenti della sua società di costruzione-finanza. Compagni acquisiti ideali in due prigioni federali da Desarrolladora Homex SAB, un costruttore di case messicano in cui le società di Slim riceveranno 4 miliardi di pesos (326 dollari USA) milioni) nell'ambito dell'accordo. L'azienda gestita da suo figlio, Marco Antonio Slim, ha aggiunto le prigioni al suo portafoglio di attività infrastrutturali tra cui le strade a pagamento, le dighe idroelettriche e gli impianti di trattamento delle acque.[49]

Nel luglio 2013 la società di Slim America America Movill ha investito 40 milioni di dollari USA in Shazam